Siamo diversi, fin dalle radici.
0

Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00

Vai al carrello

Lo Strudel

Lo Strudel, sua maestà.

 

Lo strudel è un dolce tipico del Trentino Alto Adige, ma le sue origini sono Turche. I Turchi, che dominarono intorno al XVII secolo l’Ungheria, preparavano un dolce di mele simile che si chiamava baklava. Questa ricetta fu variata e trasformata dagli ungheresi nell’attuale strudel che presto prese piede in Austria che, a sua volta, dominando per un certo periodo alcuni territori dell’Italia del Nord, fece conoscere loro questo delizioso dolce. Il Trentino Alto Adige è ormai il depositario dei segreti della preparazione dello strudel, che qui ha avuto notevole successo anche grazie alle numerose coltivazioni di mele presenti sul suo territorio, che sono l’ingrediente fondamentale del ripieno di questo rotolo di pasta, assieme a uvetta, pinoli e cannella. In questa ricetta vi proponiamo la varietà di mele Golden, ma la ricetta originale prevede l'uso delle renette. Preparate lo strudel di mele, gustatelo con una tazza fumante di vin brulé, e inebriatevi del suo profumo intenso!

 

INGREDIENTI PER L'IMPASTO

Farina 00 130 g

Acqua 30 ml

Olio di semi (1 cucchiaio) 9 g

Uova (circa 1) 54 g

Sale 1 pizzico

PER IL RIPIENO

Mele Golden 750 g

Zucchero 60 g

Pangrattato 60 g

Burro 50 g

Uvetta 50 g

Pinoli tostati 25 g

Cannella in polvere 1 cucchiaino

Rum 2 cucchiai

Scorza di limone 1

PER SPOLVERIZZARE

Zucchero a velo q.b.

 

Per la preparazione dello strudel di mele, iniziate dall'impasto: in una ciotola versate la farina setacciata e il sale 1; poi aggiungete l'uovo 2, l'acqua 3

e iniziate ad impastare con le mani 4. Unite poi l'olio 5 e lavorate ancora il composto fino ad ottenere un impasto omogeneo 6. Se dovesse risultare troppo appiccicoso potete aggiungere ancora 10-20 g di farina al massimo.

Trasferite poi il panetto su un piano e lavoratelo fino a che risulterà elastico 7. Quando avrete finito, formate una pallae trasferitela in una ciotola leggermente unta, coprite con pellicola 8 e lasciatela riposare per un'ora al fresco. Intanto mettete a bagno l’uvetta nel rum, o se preferite, in acqua tiepida; in una padella sciogliete 30 g di burro e quando sfrigola tostate il pangrattato 9.

Mescolate con un cucchiaio di legno perchè non si bruci e lasciatelo dorare qualche minuto 10, poi spegnete il fuoco e lasciate intiepidire. Quindi sbucciate le mele, togliendo loro il torsolo, e tagliandole in quattro spicchi e poi a fettine sottili; versate le mele in una ciotola capiente e aggiungete lo zucchero 11, i pinoli 12

la scorza di limone grattugiata 13, un pizzico di cannella 14 e l'uvetta ben scolata e strizzata 15: gli ingredienti devono rilasciare i loro profumi, ma non devono macerare a lungo perché lo zucchero non rilasci troppa acqua.

Mettete a fondere il burro rimasto in un pentolino a fuoco dolce. Poi riprendete il panetto di pasta e stendetelo su un canovaccio leggermente infarinato 16, formando un rettangolo di circa 35x45 17. Spennellate la superficie, tranne i bordi, con poco burro fuso e cospargete con il pangrattato tostato; questo strato servirà per assorbire i succhi che le mele rilasceranno in cottura 18.

Adagiate sopra di esso il composto con le mele 19; arrotolate lo strudel dalla parte più lunga 20, facendo attenzione a non rompere la pasta (potete aiutarvi con il canovaccio sul quale è posizionato); sigillatelo bene anche sui lati 21, affinché il contenuto non esca durante la cottura.

Poi ponete lo strudel su di una teglia rivestita con carta da forno, con la chiusura rivolta verso il basso e, prima di infornarlo, spennellatelo con il burro fuso (22-23). Cuocete lo strudel in forno statico preriscaldato a 200° per circa 40 minuti (se ventilato a 180° per 30 minuti). A cottura ultimata 24, potete cospargere lo strudel con zucchero a velo e servirlo tiepido e tagliato a fette.

CONSERVAZIONE

Lo strudel di mele si può conservare sotto una campana di vetro per 1-2 giorni. Si può congelare se avete utilizzato ingredienti freschi non decongelati.

CURIOSITÀ

Lo strudel, a seconda del luogo, viene preparato anche con pasta sfoglia o pasta frolla; può essere fatto anche con altri tipi di frutta come pere, ciliegie, albicocche, oppure addirittura con verdure o crauti in versione salata.

Non ci sono prodotti

Torna allo shopping